Esselunga celebra 70 anni: in regalo una truffa whatsapp

Nel mirino degli anniversari fasulli che viaggia su whatsapp, oggi troviamo Esselunga. La famosa catena di supermercati i 70 anni deve ancora festeggiarli, infatti è stata fondata a Milano nel 1957, ma ogni scusa è buona per attuare del phishing.

La truffa informatica di cui parliamo oggi gira da qualche tempo tramite una delle app di messaggistica più utilizzate: Whatsapp; dove tramite un messaggio da un numero sconosciuto, si invita l’utente a prendere parte ad un concorso a premi il cui bottino consiste in un buono regalo di 100 euro.

 

fonte: quotidiano.net

Una volta aperto il link presente nel messaggio, l’utente viene fatto atterrare su una piattaforma internet farlocca in cui appaiono 9 pacchi regalo e cliccandoci sopra si avranno fino a tre tentativi per provare a vincere il ricco buono spesa. Peccato che la “vincita” sia sempre assicurata, rendendo così i 7000 premi promessi, infiniti.

 

crediti immagine: dissapore.com

Dove sta la frode? Beh, semplice, per poter riscuotere il premio sarà necessario far partire una catena inviando tale messaggio su Whatsapp ad almeno 20 amici e successivamente inserire i propri dati personali, dandoli così in pasto ai phishers che li utilizzeranno per commettere reati e furti online.

Smascherare questa trovata però è relativamente semplice, in quanto con un po’ di accortezze si può fin da subito notare come il link riportato nel messaggio sia falso e non riporti in nessun modo al sito ufficiale della catena di supermercati in questione.

A denunciare la questione è stata poi Esselunga stessa, che tramite i social ha avvisato tutti i suoi followers e consumatori della frode in atto, dichiarando quanto segue:

“Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda.”

Per tanto, essendo la truffa ancora in atto, si ricorda alle potenziali vittime di non aprire il link e di non alimentare la catena di messaggi, evitando soprattutto di fornire i propri dati, specialmente se sensibili, a fonti dubbie o sconosciute.

Consigli per evitare attacchi di phishing

< Visualizza tutti gli articoli