Mail da cestinare per i contribuenti dell’Agenzia delle Entrate

Un comunicato stampa risalente a Settembre 2020 dell’Agenzia delle Entrate italiana annuncia un tentativo di frode ai danni dei contribuenti dell’ente. A dare l’allarme è anche la Polizia Postale, non nuova a questo genere di attacchi.

Come citato nel sito dell’agenzia, e anche in quello del commissariato, tutti gli utenti sono invitati a cestinare immediatamente le false email ricevute da soggetti truffatori che si fingono il direttore o gli organi dell’agenzia fiscale della pubblica amministrazione italiana.

 

Fonte: agenziaentrate.gov.it

 

Fonte: agenziaentrate.gov.it

Le mail in questione sembrano contenere degli inviti a prendere visione di alcuni file allegati per effettuare la verifica di “alcune incoerenze emerse dall’esame dei dati relativi alla divulgazione delle eliminazioni periodiche IVA”.

Inutile dire che i file non fossero altro che dei malware pronti ad infettare i dispositivi delle vittime e raccogliere di nascosto informazioni personali e dati sensibili, inviandoli, poi, ai phishers.

Dopo aver messo in guardia gli utenti, l’agenzia ci ha tenuto a precisare che non vengano mai inviate comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti tramite posta elettronica, ma le informazioni personali possono venir consultate esclusivamente nel Cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Consigli per evitare attacchi di phishing

< Visualizza tutti gli articoli